28 febbraio: giornata europea della parità retributiva

28 FEBBRAIO: GIORNATA EUROPEA PER LA PARITA’ RETRIBUTIVA 8 MARZO: GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA

 

Perché celebrare la Giornata europea per la parità retributiva (giunta alla sua terza edizione) proprio questo giorno? Perché il 28 febbraio corrisponde al 59° giorno dell’anno, e 59 sono i giorni che una donna dovrebbe lavorare in più per guadagnare quanto un uomo.

“La giornata europea per la parità retributiva serve a ricordarci le disparità di condizioni retributive che ancor oggi le donne subiscono sul mercato del lavoro. Anche se negli ultimi anni il divario si è ridotto, non c’è da rallegrarsi. Le disparità continuano ad essere considerevoli e il lieve livellamento cui assistiamo è in buona parte dovuto al fatto che gli uomini – a causa della crisi - guadagnano di meno e non a un miglioramento delle condizioni salariali delle donne! Il principio della parità di retribuzione per uno stesso lavoro è sancito dai trattati dell’Unione fin dal 1957 e sarebbe ora di farlo valere ovunque. Perciò diamoci da fare per ottenere risultati concreti 365 giorni all’anno e non solo in occasione della Giornata per la parità retributiva!”.

In effetti dalle ultime cifre - appena rese note – risulta che nell'Unione europea, il divario retributivo di genere - cioè la differenza media tra la retribuzione oraria di uomini e donne - è ancora del 16,2% ( “5,3%” in Italia).

Per celebrare, inoltre, la Giornata Internazionale della Donna, la Camera del Lavoro di POTENZA organizza una Giornata dedicata al dibattito e alla Riflessione sul cammino della donna verso l’emancipazione.

La giornata prevista è il 15 marzo; presso la CGIL di Potenza, sede di via del Gallitello, si terra’ alle 17.30 la proiezione del film: Il viaggio delle Donne nel 900, al quale seguira’ un dibattito. (Si allega programma con nominativi dei partecipanti)

 

Stivali effetto 130 Fly Eur Rrp scuro London 38 in pelle Saji047fly marrone Uk 5 £ used QdxCoeBWEr